Oggi, 21 settembre, si celebra la giornata internazionale per la pace, istituita con una Risoluzione dell’Assemblea Generale delle Nazioni Unite nel 1981 e, dal 2001, intesa come periodo di non violenza e cessate il fuoco. In tutto il mondo, dall’Italia alle Filippine, si organizzano eventi con lo scopo di diffondere e promuovere gli ideali e la cultura della pace.

Quest’anno il tema della giornata è “Gli obiettivi di sviluppo sostenibile: costruire strade di pace”. Gli obiettivi di sviluppo sostenibile – lo ricordiamo, sostenibilità significa saper rispondere ai bisogni del presente senza compromettere la possibilità delle generazioni future di fare lo stesso – sono stati adottati nel 2015 dai 193 Stati membri delle Nazioni Unite e sono parte dell’Agenda 2030, un programma d’azione per le persone, il pianeta e la prosperità. I 17 obiettivi sono quindi, come ha spiegato il Segretario Generale ONU Ban Ki-moon, una “lista di cose da fare per le persone e per il pianeta” e comprendono, tra le altre cose, la parità di genere, un’istruzione di qualità per tutti e la fine della povertà nel mondo. Nonostante l’obiettivo di sviluppo #16 si occupi esplicitamente di pace, oggi si vuole anche sottolineare che in realtà tutti gli obiettivi sono necessari per la pace che la pace, a sua volta, è il solo contesto entro cui tutti gli obiettivi possono realizzarsi pienamente.

Per realizzare gli obiettivi di sviluppo sostenibile e per contribuire alla pace le parole però non bastano: nel sostenere le popolazioni in difficoltà nell’attenzione data alle ragazze e alle donne delle comunità locali,  e nel combattere il cambiamento climatico con la costruzione di strutture sostenibili noi di Kito Onlus siamo decisi a realizzare concretamente un mondo più equo e giusto attraverso le nostre attività.

E voi sarete dalla nostra parte?

poster-large

Tag:, , , , , Last modified: 21/09/2016