KitoOnlus Blog

Kito Onlus e Carta di Trento – Parte 2

In questo articolo, di cui potete leggere la prima parte qui, continuiamo a valutare l’attività di Kito Onlus alla luce della Carta di Trento e degli Obiettivi di Sviluppo del Millennio.

5 e 4. Migliorare la salute delle gestanti e ridurre la mortalità infantile

La Carta di Trento riunisce nella propria riflessione gli Obiettivi di Sviluppo del Millennio 4 e 5,  ricordandoci quanto la salute delle gestanti e la mortalità infantile siano questioni strettamente collegate, così come le sfide che devono affrontare: mortalità e disabilità di madri e bambini sono ancora oggi infatti presenti in numeri troppo elevati. Tra l’altro non si tratta solo di una questione individuale; la Carta sottolinea a questo proposito che “l’investimento nella salute materna non solo migliora lo stato di salute della donna e della sua famiglia, in particolar modo delle figlie, ma ha anche ricadute significative e positive in termini di riduzione della povertà”, rivelandosi quindi una componente essenziale per lo sviluppo e la prosperità delle comunità.

Kito Onlus nel corso anni ha preso a cuore la questione dalla salute materno-infantile proponendo campagne di vaccinazione e training aventi lo scopo di promuovere migliori comportamenti individuali per una buona salute, diffondendo pratiche di igiene, alimentazione, prevenzione e pianificazione delle nascite e contraccezione. I risultati non sono mancati! Tramite la promozione del Family Planning nel 2016 la Kito Health Unit (i cui principali settori di intervento sono salute materna e nutrizione, come potete leggere in questo articolo) ha registrato un minore tasso di maternità soprattutto tra le teenager, passato dal 0,76% del 2014 al 0,29% del marzo 2016 e una maggiore percentuale di bambini in salute, passata dal 66,53% al 73,11% (per un approfondimento su come questi dati siano correlati vi invitiamo a leggere qui).

3. Promuovere la parità fra uomo e donna

La Carta di Trento spiega che una partecipazione delle donne alla vita politica, economica e culturale non migliora solamente  la vita delle singole, ma arricchisce la vita di tutta la comunità. Abbiamo già parlato dell’attenzione che Kito Onlus dedica alle donne nel settore della salute, ma qui ricordiamo che la nostra organizzazione si impegna anche a coinvolgere le donne nelle attività comunitarie. Un esempio si è riscontrato durante la costruzione dell’Health Center di San Francisco, alla quale le donne della comunità hanno partecipato dedicandosi alla lavorazione del bambù.

2. Assicurare l’istruzione primaria a tutti i bambini e le bambine

L’istruzione è “fondamentale lungo tutto l’arco della vita e tocca tutti gli ambiti di un’esistenza che possa definirsi dignitosa”. Soprattutto chi ci segue ultimamente sa che Kito Onlus è attualmente  impegnata proprio nel garantire ai bambini  il loro diritto a ricevere un’istruzione, tramite la ricostruzione della scuola elementare di Banilad che, dopo essere stata gravemente danneggiata da un tifone nel 2015, non poteva più assicurare la continuità scolastica ai bambini del luogo.

1.Sradicare la povertà estrema e la fame

Quelle della povertà e della fame sono fra le sfide maggiori che attendono la cooperazione internazionale per i prossimi anni in quanto la loro eliminazione è un presupposto e una condizione per il raggiungimento di tutte le altre dimensioni dello sviluppo umano”. Tra le strategie di azione proposte dalla Carte quelle che si ricollegano al lavoro di Kito Onlus sono in particolar modo la tutela della biodiversità e la promozione dell’uso di energia rinnovabile. Ne abbiamo già parlato in relazione all’obiettivo di Sviluppo 7 (Migliorare la qualità della vita e il rispetto dell’ambiente) ma lo ripetiamo anche qui: Kito Onlus progetta e costruisce strutture che non siano lesive del territorio, promuove l’impiego di materiali locali – anche per risparmiare energia e risorse nel trasporto – e la sostenibilità energetica: un modus operandi che può davvero migliorare a lungo termine le condizioni di vita delle comunità in cui opera!

Layout 1