KitoOnlus Blog

Giornata Internazionale delle Popolazioni Indigene del Mondo

Dal 1994, il 9 agosto è la Giornata Internazionale delle Popolazioni Indigene del Mondo. Il 2019, inoltre, è stato proclamato “Anno Internazionale delle Lingue Indigene” dalle Nazioni Unite per sensibilizzare sui rischi per queste lingue che continuano a scomparire ogni anno a una velocità allarmante. Esse sono di cruciale importanza per quanto riguarda protezione dei diritti umani, sviluppo sostenibile e peace building, in quanto promuovono la multiculturalità e il dialogo interculturale.

indigenous peopleNel mondo si stima ci siano circa 370 milioni di persone indigene, che vivono in 90 paesi: queste costituiscono meno del 5 per cento della popolazione mondiale, ma rappresentano il 15 per cento dei più poveri.

I popoli indigeni sono eredi e praticano culture e modi unici di rapportarsi con l’ambiente e con le persone: hanno conservato caratteristiche sociali, culturali, economiche e politiche distinte da quelle delle società dominanti in cui vivono. Nonostante le differenze culturali esistenti tra loro, queste popolazioni sparse nel mondo condividono problemi comuni per la protezione dei loro diritti.

IYIL2019_visual_extra2_en-1100x733A lungo, infatti, i popoli indigeni hanno cercato il riconoscimento della loro identità, del loro modo di vivere e del diritto alle loro terre tradizionali, al territorio e alle risorse naturali, ma nel corso della storia i loro diritti sono stati spesso violati. Oggi essi sono senza dubbio tra i gruppi di persone più svantaggiati e vulnerabili nel mondo. Per questo la comunità internazionale ora riconosce che misure speciali sono necessarie per proteggere i diritti di queste popolazioni e preservare le loro culture e modi di vita distinti.

16-1100x733Anche Kito lavora con un’attenzione particolare per le popolazioni indigene delle Filippine e per i loro diritti: l’isola di Mindoro, dove sta partendo il nuovo progetto per la costruzione di pit latrines in 13 scuole elementari, è abitata per il 60% da popolazione Mangyan, cioè dalle tribù indigene che da sempre vivono sull’isola in condizioni di grande povertà. Il progetto di Kito mira a dare accesso all’igiene di base a più di 1800 bambini, in maggioranza proprio Mangyan, e quindi a migliorare la salute delle loro famiglie e comunità.

DSC_2992bis