50 Artisti per Kito

FRANCESCA ROMANA BARTOLETTI

 

Grow die and be reborn

Grani di farro, di riso, acrilico e garza. Dai Quadri senza chiodo, essendo l’opera anche da appoggio, può’ essere utilizzata, a candele accese per la preghiera, la recitazione e la meditazione. L’uomo attraversa la vita con tutto il bagaglio appresso, a volte pesante, per raggiungere un’altra vita che, forse si scegliera’, pur sempre dura e meravigliosa, un’altra vita fatta su misura per lui, dipendente dal suo spirito immortale, che capira’ ciò’ che lui potra’ reggere, quanto potra’ lottare, amare, donare nella gioia di essere unico.

 

FRANCESCA ROMANA BARTOLETTI

Francescaromana Bartoletti inizio’ a frequentare negli anni ‘70 lo Studio La Ruota di Ico Parisi a Como, attraverso di lui si alimenta del fervore di quegli anni innovativi e rivoluzionari e ormai storici; dal movimento informale prende i nuovi valori di liberta’, di spontaneita’ senza costrizioni in canoni definiti.
La crisi esistenziale, una società’ sempre più’ oppressa dal consumismo, l’anima rivoluzionaria fanno di lei un’artista ancora oggi contro corrente, in tutti i campi, sempre con una sorta di miracolosa fede, pero’ che le lascia il respiro della semplicita’ naif e dell’armonia.
E li’ si lascia travolgere in storie, fantasie di manipolazioni materiche, materia sulle tele, le sculture di bronzo a cera persa, i piatti di ceramica annodati dal ferro o dal rame, i gioielli di ceramica, i pinocchio di legno, le sfere, gli omini di carta pesta che formano presepi quotidiani del buon e del cattivo vivere, creano intorno a lei personaggi che vogliono richiamare l’attenzione di chi non si accontenta, di chi vuol andare oltre perché’ curioso, perché’ sicuro di trovare qualcosa.