KitoOnlus Blog

GIORNATA MONDIALE DELLA SALUTE 2018

“Nessuno dovrebbe dover scegliere tra morte e rovina finanziaria”, afferma Tedros Adhanom, il Direttore Generale dell’OMS, l’Organizzazione Mondiale della Sanità. Eppure, ancora oggi, è questa la scelta davanti alla quale si trovano molte persone quando si tratta di affrontare una questione sanitaria. Nel mondo, infatti, metà della popolazione non ha accesso a servizi sanitari di base e i costi della sanità possono essere così alti da spingere 100 milioni di persone nella povertà. L’OMS, fondata sul principio che ogni persona dovrebbe poter realizzare il proprio diritto ad avere uno standard di salute il più alto possibile, approfitta del World Health Day, celebrato il 7 Aprile, per ricordarci che ognuno dovrebbe poter aver accesso a servizi medici essenziali di qualità senza incontrare ostacoli finanziari troppo alti. Il tema della Giornata mondiale della salute di quest’anno è proprio “Copertura sanitaria universale: per tutti, ovunque” e lo slogan “Salute per tutti”. Essendo riconosciuto che garantire la salute per tutti sia possibile grazie ad una volontà politica forte, l’OMS si rivolge in particolare ai leader mondiali spronandoli a compiere i passi necessari per raggiungere o mantenere gli standard di Copertura sanitaria universale, che includono investimenti nella forza lavoro del personale sanitario e organizzazione dei servizi sanitari in accordo ai bisogni della comunità.

Investire nella sanità non significa solo un miglioramento delle condizioni di salute individuali, ma favorisce la società nel suo insieme, in quanto aumenta la protezione contro le epidemie, riduce la povertà, la fame e le disuguaglianze sociali. Per questo quello della sanità è un settore che sta molto a cuore a Kito Onlus, che si è attivata per supportarla tramite diversi progetti. Questi includono la Kito Health Unit, centro medico mobile a San Fernando nelle Filippine e il Kito Health Center, centro medico fisso a San Francisco (Isole Camotes, Filippine) – leggi qui il nostro Annual Report 2017 per gli ultimi aggiornamenti riguardo a questi progetti. E in occasione della Giornata mondiale della salute Kito Onlus rimarca il proprio impegno a supportare la #healthforall, salute per tutti.

csm_Health-For-All-EN_7ba3e052a7

©WHO

 

Scuola elementare di Banilad, costruzione terminata!

Il progetto di ricostruzione della scuola elementare di Banilad è giunto al termine! Da quando i lavori al cantiere sono stati ripresi ad ottobre 2017 non si sono più fermati. La nostra Field Assistant Anna Orlando, volontaria di Architetti Senza Frontiere Veneto Onlus, nostra partner di progetto, ha completato la sua prima missione nelle Filippine a dicembre 2017. Nel corso dei due mesi trascorsi alla scuola i lavori sono progrediti velocemente ed è stato organizzato un training di costruzione con la partecipazione di Paola Vecchiato, Presidente di Kito Onlus, volata nelle Filippine per monitorare i lavori e incontrare gli stakeholders locali. Anna ci ha raccontato in prima persona la sua esperienza nelle Filippine nel post che potete leggere qui: http://www.kitoonlus.org/ricostruire-nellantifragilita-contributo-della-nostra-field-assistant-anna-orlando/

A gennaio 2018 Anna è tornata a Banilad per completare quanto iniziato e da allora sono stati realizzati tetto, finestre, rivestimento in Sawali, controsoffitto e verniciatura dei pavimenti. Una volta portati a termine questi lavori la scuola elementare di Banilad è stata ufficialmente inaugurata durante una cerimonia alla quale hanno partecipato il sindaco e la comunità di Banilad!

IMG-20180309-WA0003

Ma è per tutta la durata del progetto che il coinvolgimento della comunità di Banilad merita di essere riconosciuto. Infatti, tra ciò che più ci ha dato soddisfazione durante i lavori di ricostruzione c’è stato sicuramente l’alto tasso di partecipazione di volontari locali, che hanno reso la ricostruzione della scuola un buon esempio di progetto partecipato! La media di volontari è stata infatti di 5/6 al giorno, ma nelle giornate di più intensa attività il numero è salito fino a 20. Non solo volontari locali, anche i materiali utilizzati sono stati quelli del luogo, decisione dettata dalla volontà di usufruire al meglio di quanto disponibile, per ridurre l’impatto ambientale e diminuire i costi.

Detto questo però, ciò che ci rende veramente fieri di questo progetto è sapere che ha reso i bambini felici di riavere la loro scuola!

IMG-20180315-WA0015Uno dei disegni realizzati dai bambini della scuola per ringraziare Anna, Paola e Kito Onlus!

Febbraio nelle Filippine: il mese della salute orale

Nelle Filippine per tutto febbraio si celebra il mese della salute orale, L’Oral Health Month. Si tratta di una ricorrenza che ha cadenza annuale dal 1951, ma è solo dal 2004 che ha una durata mensile, a seguito della Proclamazione Presidenziale No. 559 firmata dall’allora Presidente Gloria Macapagal Arroyo. La salute orale rappresenta ancora oggi un problema diffuso nelle Filippine, tanto che lo scorso anno la Philippine Dental Association ha raccomandato alle amministrazioni locali di inserire la salute dentale tra le priorità in tema di sanità. Più della metà della popolazione filippina infatti si reca dal dentista solo in caso di dolore, e cioè quando è troppo tardi per la prevenzione, e addirittura il 78% soffre di disturbi alle gengive, secondo uno studio pubblicato dal Dipartimento della Salute nel 2016. Per i bambini la questione è altrettanto rilevante, in quanto il mal di denti rappresenta una delle più frequenti cause di assenteismo da scuola, senza dimenticare che una scorretta igiene orale può negli anni aprire la strada a malattie anche gravi.

Quest’anno il tema specifico dell’Oral Health Month è “Ngipin Ay Alagaan Mula Sa Sinapupunan Para Sa Magandang Ngiti Hanggang Katandaan” : si focalizza sulla maternità, differenziandosi dagli anni precedenti in cui veniva dato maggiore risalto alla salute dentale dei più piccoli. Questa volta si è scelto di sottolineare l’importanza di una buona igiene orale durante la gravidanza e di una corretta alimentazione per le future madri, in modo che diventino anche un buon esempio per i figli in questo campo.  

dilg_events_201629_838437e5a1

La nutrizione, la salute delle future madri, e l’importanza della salute dentale sono temi da sempre cari a Kito Onlus, che nel corso degli anni ha tenuto training e svolto missioni volti a combattere la malnutrizione delle future madri e dei bambini e a promuovere invece una giusta alimentazione e una corretta igiene orale. E continua a farlo, come si può verificare dal grafico riportato qui sotto, che indica i settori in cui la Kito Health Unit di San Fernando la Union ha operato maggiormente nel 2017!

trattamenti

 

Il 2017 di Kito Onlus: raccolta fondi e allocazione delle risorse

L’Annual Report di Kito Onlus 2017 è pubblicato a questo link, mentre per leggere un riassunto delle attività svolte nel corso dell’anno basta cliccare qui!

Con questo articolo vogliamo brevemente portare l’attenzione al modo in cui sono stati raccolti i fondi e allocate le risorse dell’organizzazione del corso dell’anno, in modo da poter trarre una prima valutazione del nostro operato.

Nel 2017 sono stati raccolti 30.812 €: la maggior parte dei contributi deriva da enti pubblici, mentre il 28% rappresenta il contributo di coloro che hanno supportato Kito Onlus tramite il crowdfunding, la partecipazione ad eventi, il 5×1000 o donazioni private. Questi dati rappresentano per noi una prova che il lavoro dell’organizzazione viene ritenuto affidabile e meritevole di essere supportato e siamo riconoscenti dell’aiuto e della fiducia che vengono riposti nella nostra organizzazione!

Quest’anno siamo anche particolarmente orgogliosi dell’efficienza con cui sono state allocate le risorse.

risorse 2017

Il grafico riportato qui sopra indica che nel 2017 l’87% dei fondi è stato investito in progetti sul campo: la Kito Health Unit a San Fernando e il Centro Medico a San Francisco hanno così potuto portare avanti i propri programmi di assistenza sanitaria e i lavori di ricostruzione alla scuola elementare di Banilad sono continuati con successo. L’alta percentuale di contributi, in crescita rispetto a quella del 2016 (80%), dati al sostegno di queste attività, indica che l’impegno di Kito Onlus è pienamente rivolto al sostegno e al benessere dei 24.000 beneficiari diretti dei suoi progetti.  Un impegno che Kito Onlus è intenzionata a mantenere anche nei prossimi anni, favorendo lo sviluppo di nuovi programmi di prevenzione e risposta all’emergenza.

Annual Report 2017 – tutte le attività di Kito Onlus!

Come saprà chi ci ha seguito nel corso dell’ultimo anno, il 2017 di Kito Onlus è stato un anno ricco di attività, che abbiamo riportato nel Report Annuale disponibile a questo link!

Dal report è emerso che il lavoro svolto da Kito Onlus nel 2017 è stato più che soddisfacente.

La Kito-Health Unit, presente a San Fernando la Union, ha continuato a portare avanti programmi di prevenzione con il sostegno dei Barangay Volunteer Workers e della Municipalità e quest’anno ha offerto assistenza a 2.286 pazienti. Nel 2018 la Kito HUT sarà operativa in un nuovo Barangay, sempre a San Fernando, per aiutare una comunità più bisognosa di assistenza sanitaria. Visti i buoni risultati raggiunti dall’unità nel corso degli ultimi anni, non dubitiamo che la presenza della Kito HUT potrà decisamente migliorare le condizioni di vita dei suoi nuovi pazienti!

A inizio anno Paola Vecchiato, Presidente di Kito Onlus, è volata in missione a San Francisco nelle Isole Camotes e il 7 Febbraio il Kito Health Center, costruito nel corso del 2016, è stato inaugurato e consegnato ufficialmente alla Municipalità. Grazie al software Open Hospital, realizzato da Informatici Senza Frontiere Onlus e installato nel computer del centro, è stato possibile monitorare a distanza le attività portate avanti all’interno della struttura. Non solo, in linea con gli obiettivi del progetto, il software è stato anche in grado di facilitare le mansioni quotidiane del personale medico, che può ora avvalersi di un registro dei pazienti, dei farmaci e dei trattamenti effettuati.

Infine, la ricostruzione della scuola elementare di Banilad ha fatto notevoli progressi! Il contributo ricevuto dalla OPM Chiesa Valdese è stato essenziale per permetterci di riaprire il cantiere e grazie alla partnership con Architetti Senza Frontiere abbiamo potuto beneficiare dell’aiuto della volontaria Anna Orlando, presente a Banilad da ottobre 2017 al fine di supervisionare e gestire i lavori di ricostruzione. A fine ottobre Anna era stata raggiunta temporaneamente da Paola Vecchiato e in questa occasione è stato organizzato un training di costruzione per i lavoratori volontari al cantiere.

IMG-20171102-WA0000

Anche a Padova, dove Kito Onlus ha sede, non sono mancate le attività! Tre Aperikito Plus, una mostra fotografica e una cena di Natale di solidarietà sono stati gli eventi che nel 2017 hanno promosso il lavoro di Kito, contribuito alla raccolta fondi e favorito l’ampliamento e il mantenimento di quel network di donatori e sostenitori che permette a Kito Onlus di continuare a svolgere con efficienza il proprio lavoro.

18486111_1394037094021264_5510659729888203553_n

Parte dei fondi raccolti nel 2017 servirà a sostenere un progetto di costruzione a Caldarola, in provincia di Macerata (di cui potete leggere qui), che sarà avviato a partire dal 2018…che dire quindi, anche quest’anno sono in cantiere progetti interessanti per cui speriamo varrà la pena di continuare a seguirci!

Pagina 1 di 2412345...1020...Ultima »