KitoOnlus Blog

20 Giugno: Giornata Mondiale del Rifugiato

A partire dal 2000, il 20 Giugno è stata scelta dalle Nazioni Unite come Giornata Mondiale del Rifugiato per aumentare la conoscenza e la consapevolezza globale sul tema dei rifugiati e delle persone costrette a fuggire dal proprio paese.

L’UNHCR (Agenzia delle Nazioni Unite per i Rifugiati) ha pubblicato in questi giorni il suo Report annuale Global Trends sulla situazione nel 2018 di rifugiati, persone dislocate a forza, richiedenti asilo e sfollati interni in tutto il mondo. Secondo tali dati, alla fine dello scorso anno il numero di persone in fuga da guerre, persecuzioni e conflitti era di 70,8 milioni: si tratta del livello più alto registrato dall’UNHCR in quasi 70 anni di attività.

Ciò significa che ogni minuto nel 2018, 25 persone erano costrette a fuggire, cioè 37.000 ogni giorno.

La cifra di 70,8 milioni è stimata per difetto, in quanto non riflette pienamente l’attuale crisi in Venezuela: sono circa 4 milioni i Venezuelani che finora hanno lasciato il Paese, rendendo l’attuale crisi uno degli esodi forzati recenti di più vasta portata a livello mondiale.

Il numero totale di persone in fuga indicato dal rapporto Global Trends comprende tre gruppi principali. Il primo è quello dei rifugiati, ovvero persone costrette a fuggire dal proprio paese a causa di conflitti, guerre o persecuzioni: nel 2018 il numero di rifugiati ha raggiunto 25,9 milioni su scala mondiale.

Il secondo gruppo è composto dai richiedenti asilo, persone che si trovano al di fuori del proprio paese di origine e che ricevono protezione internazionale, in attesa dell’esito della domanda di asilo; alla fine del 2018 il loro numero nel mondo era di 3,5 milioni.

Il terzo e più numeroso gruppo è quello che include gli sfollati interni (Internally Displaced People/IDP), cioè persone scappate dalla propria città o regione ma rimaste in aree interne al proprio paese di origine: nel 2018 erano 41,3 milioni di persone.

Dal 2014, il paese che ospita il più alto numero di rifugiati è la Turchia, con 3,7 milioni alla fine del 2018, la maggioranza dei quali sono Siriani. Il Pakistan è il secondo paese che ospita più rifugiati, perlopiù dall’Afghanistan (1,4 milioni) e il terzo paese è l’Uganda, con rifugiati da vari paesi africani.

Anche noi di Kito Onlus vogliamo unirci alle celebrazioni per questa Giornata Mondiale del Rifugiato, nell’attesa di un giorno in cui non ci saranno più persone costrette a fuggire dalla propria casa! Uniamoci alla campagna #WithRefugees per mostrare solidarietà a tutte le persone in fuga nel mondo!!

2018WithRefugees_SM_WRD_EN_1_Jordan-GirlPer saperne di più: https://withrefugees.unhcr.it/